di simbionti e straccetti di tacchino al profumo del Mediterraneo

skin 010straccetti tacch

DSC_8425 

 
 
 
 
I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA, Renato Zero
“forse un giorno scopriremo che non ci siamo mai perduti,
e che tutta quella tristezza  in realtà non è mai esistita
stringimi forte che nessuna notte è infinita”
 
Voglio fare con te ciò che fa la primavera coi ciliegi.
Roberto Benigni
 
dicesi siombiote: 
organismo che vive in simbiosi, cioè in un rapporto in cui più organismi viventi traggono vantaggio dalla vita in comune; per estensione fusione, intima comunione
dal greco: syn insieme bios vita.
La vita intera è una rete capillare in cui ciascun singolo organismo è collegato ad ogni altro, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande.
 
 
a volte mi sento così. un simbionte. irrimediabilmente fusa, legata, syn.
ed è una cosa che non puo’ essere cambiata, che non puo’ essere nemmeno modificata. indelebile.
e basta un niente per ricordarlo quando tutto sembrava sepolto.
sarà così, devo solo impararlo e andare avanti senza l’altro pezzo di me.
e chi c’è c’è.
 
 
 
 Voglio fare con te ciò che fa la primavera coi ciliegi.
Roberto Benigni
 

straccetti tacchino mediterraneo

 
 STRACCETTI di tacchino al profumo del metiterraneo
 
 

(altro…)

RACCONTA IL TUO PRODUTTORE: la fattoria di Lavacchio e il suo “bardiccio”

racconta-il-tuo-produttore

 

 

 

lavacchio post DSC_9126P
Costruire, Niccolò Fabi 

 

credo di abitare in una delle più belle campagne del mondo.
no, non esagero, non esagero per niente. la campagna toscana ti affascina dolcemente, con le sue colline dipinte con le olivete e i vigneti, con i suoi colori brillanti.

i cieli tersi di questa primavera-estate, con le nuvole come batuffoli di cotone che si spostano fra i disegni delle colline, il verde dei cipressi, il frinire delle cicale. le strade si snodano indolenti e rotonde attraverso le colline e le vallate, ingioiellate dalle tante coloniche ormai quasi tutte restaurate. se viaggi nel primo pomeriggio, subito dopo mezzogiorno, l’aria è splendente, luccicante di luce bianca, quasi un viaggio nel tempo, un tornare a quieti e meno rumorosi pomeriggio di un secolo fa, senza il fremere frenetico del nostro giorno.

viaggiare per le colline toscane in questo periodo pacifica il cuore e l’anima, ti illumina d’immenso.

non so se sembra a me, amor di patria natia, ma non credo, è così bello viaggiare fra spighe di grano dorati, fiori di campo di tutti i colori,  profumi di gelsomini e glicine. 

lavacchio post DSC_9153P

 

ho avuto il piacere di essere ospite nel Ristorante Mulino a Vento della Fattoria di Lavacchio insieme ad Alessandro Sarti, collaborando al  progetto del suo libro “IL BARDICCIO: NON FATEVI INFINOCCHIARE”  per seguire  le fasi di una lavorazione   che esiste solo nella nostra zona, il famoso bardiccio.

 

 

 13620048_1157999310931574_4103645635002152548_n

 

 

(altro…)

CONSIGLIA Cipolline caramellate al forno